Dove Siamo



Trivigliano si trova in territorio ciociaro, a soli 5 km dalla città termale di Fiuggi e 25 km dal casello autostradale di Anagni.

Sorge sulla sommità di una altura isolata, a 780 metri s.l.m., nella suggestiva cornice formata dal rilievo montuoso di origine carsica dei Monti Ernici.

Il piccolo borgo, data la privilegiata posizione geografica, offre allo sguardo del visitatore un panorama unico che spazia per chilometri, tra la vallata sottostante, arricchita dai colli che circondano il lago di Canterno, e i monti all’orizzonte.

L’origine del nome Trivigliano deriva dal latino Tres Vigilantes, in riferimento a tre torri di guardia che appartenevano all’antica cinta muraria, delle quali oggi se ne conserva solo una detta il Torrione. Le prime notizie documentarie su Trivigliano risalgono al X secolo e sono state trovate nell’archivio capitolare di Alatri.

Il castello di Trivigliano appartenne al cardinal Gottifredo di Alatri e ai suoi discendenti, almeno fino all’elezione al soglio pontificio di papa Bonifacio VIII (1294), al secolo Benedetto Caetani. Successivamente, con una bolla datata 1299, il nuovo pontefice donò il castrum ai nipoti Francesco e Pietro Caetani, figli di Loffredo. Alla morte del papa, Trivigliano rientrò nell’orbita del vicino e potente comune di Alatri, tornando a far parte dei possedimenti della Chiesa solo sotto il pontificato di Martino V (1417), al secolo Oddone Colonna. Alla sua nobile e potente famiglia il territorio di Trivigliano appartenne fino all’unificazione del Regno d’Italia, erigendosi successivamente a comune autonomo.

Oggi la maggior parte della popolazione risiede in campagna, per questo il centro storico mantiene ancora un fascino antico, in quanto poco frequentato dalle automobili, pulito, silenzioso, dove il tempo sembra essersi fermato e la vita scorre lenta.


Chi Siamo

Condividiamo La Nostra Esperienza


Le Nostre Origini

Il Presepe Vivente a Trivigliano nasce nel lontano 1995, per volere dell’allora parroco don Ettore Galuppi. La volontà era quella di rievocare il più importante momento della storia dell’uomo, quando il Signore scelse di incarnarsi nel seno della Vergine Maria e di farsi uomo, allo scopo di salvare l’umanità intera.

Il Nostro Presente

Oggi il Presepe Vivente di Trivigliano conta più di 30 scene, animate da oltre 200 personaggi che portano il visitatore indietro nel tempo. Il piccolo borgo si anima tutto e le vie del centro storico accolgono scene significative, con un’attenzione quasi maniacale al dettaglio e alla verità storica, cercando di eliminare ogni sorta di anacronismo.

Una Tradizione Conosciuta

Ogni anno, una media di 5000 visitatori giunge a Trivigliano per ammirare quello che può essere considerato un vero e proprio spettacolo, una fedele rievocazione storica nonché un emozionante viaggio verso le origini della cristianità.

Giornata di Solidarietà

Il 27 dicembre è la data che il Presepe dedica interamente ad anziani e persone diversamente abili. Con l'aiuto di volontari e dell'associazione U.N.I.T.A.L.S.I., in molti cercano di allietare chi è stato meno fortunato.

Contattaci!


Il comitato del Presepe Vivente di Trivigliano vi invita a contattarci per qualunque informazione relativa alla manifestazione o per suggerimenti e critiche costruttive.

La Nostra Pagina

3495869035 - 3207289484